Psicologia Benessere

Opening Hours : Lunedì - Venerdì 8.00 - 20.00 Sabato 9.00 - 13.00
  Contact : 3914386860

Consulente del Sonno Infantile

Il consulente del sonno del bambino si propone di aiutare i genitori a trovare una modalità attraverso cui affrontare le difficoltà del sonno del proprio bimbo come i lunghi tempi di addormentamento e i ripetuti risvegli notturni.

Il mio bimbo di 13 mesi ci impiega 40-50 minuti ad addormentarsi e si sveglia 4-5 volte per notte. Sono esausta, confusa, non so più cosa fare. Mio marito vorrebbe sostenermi e darmi il cambio ma il mio bimbo si addormenta solo con me, cullato o allattato. Il mio bimbo sente la mia tensione ed io mi sento in colpa. Cosa posso fare?”

(Luisa, mamma di Giacomo)

Come esemplificato da una richiesta di aiuto pervenutami da una mamma, un ambito della vita familiare che a volte può essere fonte di fatica, confusione ed emozioni contrastanti è rappresentato dal come procede il sonno del bambino.

Da un lato, in termini fisiologici e molto generali, è naturale che il sonno di un bimbo sia diverso da quello di un adulto sia rispetto alla facilità di addormentarsi che alla quantità di ore di sonno notturne senza interruzioni e quindi è importante rispettare tale fisiologia e accompagnarla senza interferenze.

Dall’altro possono emergere, in termini sempre molto generali, difficoltà per il genitore e per il bambino che possono motivare il genitore a chiedere l’aiuto di un professionista.

Alcuni esempi: le situazioni in cui il genitore non conosce o, comprensibilmente, fa fatica ad adattarsi ai tempi fisiologici e alle modalità con cui un bimbo normalmente dorme nel corso della crescita; il genitore alla lunga vive con fatica le modalità abituali di aiutare il figlio a lasciarsi andare al sonno (cullandolo, allattandolo, facendolo dormire nel lettone…) e vorrebbe individuare delle alternative più consone al proprio modo di sentire; il genitore, stanco e provato, è ulteriormente confuso dai numerosi e più diversificati consigli che provengono dai tanti libri, programmi televisivi e siti internet sul come approcciarsi al sonno del proprio bimbo; il bambino, per paure fisiologiche inerenti la relazione con il proprio genitore, per tensioni vissute in famiglia o in altri contesti durante la giornata, per immaturità del sistema nervoso, richiede a volte una vicinanza e un intervento del genitore frequente e prolungato, a volte con fatica ad essere consolato, e così via.

In tali situazioni (e nelle altre non elencate ma che possono capitare nella quotidianità familiare e generare malessere), il bambino e i genitori non riescono a dormire bene e ad avere quel sonno ristoratore che permetta loro di affrontare la giornata con energia.

Cosa fare in questi casi? Un aiuto può arrivare dall’intervento del consulente del sonno infantile.

Il consulente del sonno infantile è un professionista specificatamente formato, il cui ambito di intervento, a titolo esemplificativo, può consistere in:

  • fornire informazioni sulla fisiologia del sonno infantile e sul come rispettarla e accompagnarne lo sviluppo;
  • informare sui diversi approcci al sonno infantile, così da sostenere scelte autonome e consapevoli;
  • individuare con il genitore modalità con cui affrontare le difficoltà nel sonno del bambino e/o del genitore;
  • rispondere ad ogni altra curiosità, domanda, interesse legati al sonno infantile, alla relazione genitore-figlio e a quella di coppia (sempre in aspetti inerenti al sonno).


Le consulenze prevedono uno o più colloqui con entrambi i genitori ed il bambino e si svolgono presso lo studio privato a Torino o, nel caso di difficoltà ad un incontro di persona (es. per la distanza geografica), via skype.

Per maggiori informazioni o necessità, contattare la Dott.ssa Elisabetta Colucci al n. 3355407267 oppure compila il modulo di contatto.